201412.23
0
0

LETTERA AL PRESIDENTE DELLA SEZIONE MISURE DI PREVENZIONE DEL TRIBUNALE DI CATANIA

Sig. Presidente,

ho ricevuto da alcuni iscritti e – per ultimo – dall’avv. Franco Passanisi una segnalazione di un fatto scuramente paradossale e sgradevole per la nostra immagine. Parrebbe infatti che per indirizzo dell’Ufficio, la Cancelleria abbia disposizione di non comunicare l’esito delle misure di prevenzione con riflessi patrimoniali, fino alla completata esecuzione delle stesse.

Non ci convince l’intuibile ratio sottesa alla decisione, in quanto il proposto che intendesse disperdere il proprio patrimonio, non avrebbe motivo di attendere l’epilogo della procedura. Pur tuttavia, potremmo anche comprendere le ragioni dell’Ufficio, se non fosse per la grottesca situazione che si è venuta recentemente a verificare, lesiva della nostra immagine e del prestigio della Funzione. Infatti, nonostante fossero stati informati del mancato deposito di alcun provvedimento, più colleghi – e i loro assistiti – hanno avuto conoscenza dell’irrogazione di una misura di prevenzione patrimoniale o di provvedimenti ablativi, da comunicati stampa delle Forze di Polizia delegate all’esecuzione della decisione, divulgati con ampio risalto da testate giornalistiche web e cartacee. Con la paradossale situazione – nel caso per esempio dell’avv. Passanisi – di subire l’imbarazzata negazione, da parte del personale di Cancelleria, alla richiesta di provvedimenti depositati, anche a distanza di quattro giorni rispetto alla conferenza stampa di “notifica” della decisione del Tribunale.

Siamo certi che comprenderà quanto sia antipatico e quali perdite di credibilità comporti per noi e per l’efficienza del Sistema, dovere spiegare ai nostri assistiti – e a chiunque – che per noi è riservato quel che è divulgabile a mezzo stampa per altri.

Auspichiamo, quindi, un Suo intervento che ci consenta di ricevere subito notizia – ovviamente, ove da noi richieste – dei provvedimenti del Tribunale, fin dal momento del loro deposito.


Avv. Enrico Trantino

Leave a Reply